Articoli con tag Aspros

Lost Canvas Gaiden Aspros: Anecdote 12

0

Da poco uscito in patria, vi presentiamo qui gli extra dell’Aspros Gaiden, anch’esso contenente un capitolo bonus. Vi ricordiamo, inoltre, che il Sisifo Gaiden uscirà in Italia il 26 Febbraio, come sempre edito dalla Panini Comics.
null

Other Dream

Siamo a dopo la Notte degli Inganni, con Deuteros ai piedi della tomba del fratello e con vicino lo scrigno dell’armatura appena ricevuta. All’improvviso, Deuteros si gira di scatto in posizione d’attacco, avendo percepito qualcuno in avvicinamento. Sisifo del Sagittario para l’attacco, è venuto a porre i propri omaggi a un compagno caduto, non a combattere, stupendosi della somiglianza fra i due fratelli. Deuteros si ritira stizzito, rimproverando il cavaliere che se avesse accettato il ruolo di Grande Sacerdote non sarebbe successo niente. Sisifo non sa dire se questo sia vero o meno, ma dichiara che lui non poteva accettare quel ruolo, perché in qualche modo sa che presto o tardi cederà al suo lato oscuro. Pertanto, il suo compito è solo quello di proteggere coloro che andranno avanti, anche a costo della vita. Deuteros sorride al sentirlo, ricordando come anche il fratello cercasse di divenire sacerdote anche a costo della vita. Osservando la stele, il nuovo gold di Gemini, decide che anche per lui è giunto il momento di dedicare la vita ad un obiettivo; e sa già quale.
(altro…)

Lost Canvas Gaiden Aspros: Capitolo 4

0

Capitolo 4

Risolutezza

null

Capitolo 74 totale

Deciso a terminare la sua missione, Aspros lancia una terribile Galaxian Explosion per eliminare sia Earheart che Ursula, distruggendo l’intera nave.
Mentre lo spettro scompare nell’esplosione, Chris si getta verso la sorella, salvandola da morte certa. Portata al sicuro su una trave galleggiante, Ursula rigetta gli aiuti della sorella biasimandola perché, anche ora che ha ottenuto la parola, continua a non esprimere i suoi sentimenti, per questo è sempre stata ricoperta di attenzioni in famiglia, mentre lei è rimasta sempre isolata. Per questo motivo, Ursula odia Chris e cerca, così, di colpirla con un pugnale, con la giovane che si protegge grazie ai poteri di Ketus.
Aspros, che ha osservato tutta la scena, le deride, affermando che alla fine tutto si ricongiunge a una disputa fra fratelli. E rimprovera Ursula che, per un desiderio così misero, si è affidata ai demoni infernali.
Chris vorrebbe parlare alla sorella, per esprimerle i suoi veri sentimenti, ma qualcosa accade; all’improvviso la surplice di Ketus si scompone dal suo corpo e gli stessi poteri della stella malefica scompaiono dalla ragazza.
Aspros comprende subito la situazione; è Earhaert, sopravvissuto all’esplosione, che ha richiamato a sé la surplice di Ketus, compostasi al suo fianco. Aspros vede le ferite di Earheart guarire all’istante e il suo cosmo ampliarsi, e così comprende che, con i poteri del Vampiro, è in grado di assorbire i poteri della stella del Cielo Decadente!
Ursula ride felice, per la mossa dello spettro e subito gli ordina di consegnarle la surplice affinché possa divenire la regina del mondo. Ma Earhaert la guarda con spregio; non è mai stata sua intenzione cederle la surplice, perché non era lei la prescelta per essa, lei è stata solo un mezzo per far si che la stella rientrasse nei ranghi dell’esercito di Ade, solo una pedina.
Deciso a mostrare i poteri di Ketus, Earheart crea una gigantesca croce rossa sul mare, poi, sfida Aspros a resistere al potere di ben due stelle malefiche, sfoderando il suo Crimson Billow!
Colonne rosso sangue si ergono dal mare, distruggendo ogni cosa. Earheart, memore delle parole di Aspros secondo cui una tecnica non funziona due volte su un cavaliere, lo sfida affermando che lo eliminerà in un colpo solo, e colpisce Aspros con una di quelle colonne.
Il cavaliere è colpito in pieno e, stordito, ripensa al fratello quando, in passato, gli annunciò il suo desiderio di divenire Grande Sacerdote per riscattarlo da quella vita da ombra. Ma nella visione qualcosa cambia, Deuteros gli dice che quella vita gli va bene, perché loro sono uguali e ciò che è di Aspros è anche suo, afferma mentre l’armatura di Gemini appare sul suo corpo.
Ripresosi da questa visione, Aspros riappare dinnanzi a Earheart, complimentandosi per il potere raggiunto grazie a due stelle malefiche, ma affermando che sarà in grado di superare anche la sua forza.
Chris, preoccupata per il cavaliere, gli chiede scusa per ciò che deve patire a causa della sua famiglia, ma Aspros la rimbrotta. Non è per lei che sta affrontando quella battaglia, ma lo sta facendo solo per raggiungere l’apice, e per farlo, deve superare avversari sempre più forti!
Generando una nuova Galaxian Explosion, Aspros riesce a contrastare il colpo di Earheart, che si stupisce della forza del cavaliere, ma, nonostante essa, è pur sempre un umano ferito dal precedente colpo, e non sarà in grado di contrastare il suo doppio potere a lungo.
Improvvisamente, la surplice di Ketus si stacca dal fianco dello spettro ricongiungendosi su Chris che afferma che quel potere non sarà di nessun’altro se non suo.
Earheart, privato del plus della seconda stella, non può più opporsi alla forza di Aspros, e finisce polverizzato dal suo colpo.
Più tardi, Chris porta in salvo la sorella ai resti della villa, con Aspros che le chiede se è sicura di voler tenere i poteri della stella, finendo per essere una traditrice dell’esercito di Ade, con tutte le conseguenze del caso.
Ma Chris dichiara di non essere preoccupata, è sempre stato dovere della sua famiglia tenere sigillata quella stella malefica e lei non si tirerà indietro da questo dovere, e nessuno potrà mai farla retrocedere.
Al santuario, due soldati chiedono al Grande Sacerdote conferme riguardo alle voci che circolano su Sisifo come suo successore. Sage, non conferma né smentisce, ma dice solo che metterà alla prova la questione.
E così, mentre Aspros si accinge a tornare al santuario, deciso ad andare avanti nel suo cammino, Deuteros lo attende per affrontarlo, Sage lo aspetta nelle sue stanze, mentre Asmita è di guardia alle sue spalle. Una nuova Notte degli Inganni è alle porte.

Lost Canvas Gaiden Aspros: Capitolo 3

0

Capitolo 3

Colui che trascende l’umanità

null

Capitolo 73 totale

Sotto gli occhi di Aspros, una surplice si pone sul corpo di Chris, la surplice Di Ketus stella del Cielo Decadente!

Aspros capisce così che la voglia di Chris sulla schiena non era semplicemente tale, bensì un sigillo impostole dal padre nel tentativo di trattenere la stella malefica, sigillo ora spezzato da Earheart.

Mentre Ursula ride felice nel vedere la surplice tanto desiderata, Chris attacca Aspros con una potente raffica d’acqua. Il cavaliere non si capacita della trasformazione della ragazza, subendo il colpo, ma intuendo anche qualcosa.

Spazzato via Aspros, Ursula chiama a sé la sorella, beandosi della sua forza e cercando di prenderne l’armatura, ma non solo la surplice non si toglie, ma addirittura Chris, incosciente, attacca la sorella soffocandola in una bolla d’acqua.

Un colpo alla testa ferma la spectre; è Aspros deciso a non lasciare Chris in quelle condizioni. Ricordandole la sua volontà di non ferire nessuno, la biasima per essersi così docilmente messa a disposizione di una stella malefica e, ricordando il suo dovere di saint, afferma che se resta tale la ucciderà. Detto questo contrasta il nuovo colpo di Chris generando una galassia in miniatura.

Ma il tutto era solo un diversivo per attaccare Earheart, in quanto Aspros ha capito che è lui a controllare la giovane, che infatti interviene subito a sua protezione.

Nel mentre contrasta la giovane per arrivare allo spectre, Aspros intuisce quanto la ragazza stia soffrendo nel non riuscire a opporsi alla possessione. Ma per nulla turbato, Aspros la deride, dicendo che non serve che pianga contro il destino, perché non è colpa di nessuno per quello che sta facendo, se non la sua, perché è solo lei che può decidere cosa fare della sua vita.

Le parole del cavaliere fanno centro, e la ragazza parla per la prima volta affermando, in lacrime, di non voler fare del male a nessuno. Fattosi carico dei suoi sentimenti, Aspros la colpisce nuovamente con un colpo alla testa, liberandola dal controllo della stella malefica. E promettendole che la salverà eliminando i suoi aguzzini.

Earheart è sorpreso; la stella del Cielo Decadente è molto potente, e sua missione era di portarle la chiamata del sommo Hades a sì che si risvegliasse, e contro tale richiamo non basta la sola volontà. Lo spectre quindi non capisce come Aspros abbia fatto.

Il cavaliere sorride, spiegando che è tramite il cervello che si formula il pensiero e il cosmo e che lui, essendo in grado di controllarlo tramite il leggendario colpo diabolico, può fare tutto, tanto da giungere a livelli simili a un dio.

Earheart comprende; agendo sul cervello, Aspros ha reso l’io della ragazza sordo al richiamo di Hades, potendo così salvarla dalla stella malefica. Capito ciò, Earheart ritiene imperante fermare un uomo con tale potere prima che possa fare altri danni, così, mostrata la sua surplice, lo attacca col suo Crimson Cross.

Ma Aspros devia facilmente il colpo con l’Another Dimension, affermando che un colpo non funziona due volte contro un saint. E, deciso a portare a compimento la promessa fatta a Chris, attacca con una potentissima Galaxian Explosion che distrugge l’intera nave.

Cosa ne sarà stato di Ursula e Earheart?

Lost Canvas Gaiden Aspros: Capitolo 2

0

Capitolo 2

La donna scelta da una stella malefica
null

Capitolo 72 totale

Aspros e Chris sono in salvo in una delle vecchie proprietà della famiglia Walden. Il servitore della casa li accoglie felice, palesando la sua conoscenza circa ciò che è successo alla giovane e a sua sorella, di cui spera che le cose si risolvano in fretta. Aspros sta per un po’ al gioco, ma presto intima al servitore di rivelare la sua reale identità.

Il servitore si complimenta per l’intuito dei saint, e poi parla di una bestia, metà uomo e metà pipistrello, che è solita prendere fattezze delicate per trarre in inganno le prede. E così si rivela, Raybould dell’Upyr, stella della causa terrestre, mandato lì da Earheart per prendere la giovane Chris!

Subito, lo spectre attacca col suo Mar de las Blood, con cui decine di pipistrelli di fiamma s’infrangono su Aspros, il quale, privo di armatura, subisce il colpo.

Lo spectre lo deride, per essere così debole senza armatura, perduta con la nave in fondo agli abissi. Per poi prendersela con la piccola Chris, deridendola per il voler evitare il suo fato, lei così debole che rifiuta un dono così grande. Perché i Walden non hanno ottenuto solo ricchezza e nobiltà, ma anche una maledizione, una maledizione finita sulla giovane Chris, come conferma una voglia a forma di drago che Raybould scopre sulla sua schiena. La maledizione è il dono della vita eterna, ma al prezzo della vita di una persona amata, è per questo che Ursula vuole il sangue di sua sorella. Deridendola nuovamente, lo spectre attacca la giovane, con Aspros che si lancia in suo soccorso.

Intanto, al Santuario, Degel ha appena ultimato il suo rapporto al Grande Sacerdote, confermando Aspros come il primo sospettato della morte delle pizie, sconcertando Sisifo, presente alla scena. Degel chiede formalmente al Sacerdote di rifiutare ad Aspros la candidatura a suo successore, ma la sua risposta è fermata da Shion, appena sopraggiunto. Il cavaliere della Prima Casa chiede congedo, in quanto in partenza per una missione in Jamir. Sage lo congeda augurandogli buona fortuna, per poi riprendere il discorso coi due gold; i dubbi su Aspros sono un problema, anche perché Sisifo ha appena rifiutato la candidatura al suo posto, perciò ora non gli rimane che mettere alla prova la fedeltà di Aspros…

Tornati alla villa, la piccola Chris maledice il suo destino, chiedendosi perché proprio lei, che non ha mai chiesto nulla, debba provare tutto questo. In un lampo di luce, Aspros che ha vestito la sua armatura, la compatisce per il suo destino, aggiungendo però che se vuole cambiarlo deve decidersi a combattere.

Raybould è sorpreso che Aspros abbia potuto vestire la sua armatura che credeva perduta, ma il cavaliere lo deride, non è certo per un po’ d’acqua che si perde una cloth!

Poi raccoglie energia sopra di sé lanciandola contro lo spectre; è l’Arc Geminga, una campo magnetico concentrato capace di schiacciare ogni cellula dello spectre.

Raybould, contorcendosi dal dolore, si sorprende per la forza di un cavaliere con indosso la sua armatura, ma Aspros lo contraddice, non è forte per la sua armatura, ma è lui ad essere forte!

Dopo che lo spectre si è dissolto sotto i loro occhi, la piccola Chris prende la mano di Aspros, parlandogli tramite l’alfabeto morse. La ragazza rivela che non le interessa né il patrimonio di famiglia, né la vita eterna, vuole solo vivere tranquilla, senza dover combattere la sorella, e invidia la forza di Aspros nel combattere contro il destino.

Aspros la biasima per essere così priva di sogni e ambizioni, ma è comunque deciso a combattere al posto suo, ma qualcuno non è d’accordo; da una crepa nel cielo, infatti, appare la nave pirata con Ursula e Earheart!

Aspros si stupisce per i poteri dimensionali dello spectre, che poi li usa su Chris facendo sanguinare la sua schiena, da cui comincia a fuoriuscire qualcosa.

Ursula ride soddisfatta, vedendo ciò che brama, la sua possibilità per una vita eterna, come regina della terra, la surplice di Ketus!

Sotto gli occhi di Aspros, la surplice si posa sulla giovane Chris, presentandola come la prescelta per una stella malefica, una specter!

Che cosa farà ora Aspros?

 

 

 

 

 

Lost Canvas Gaiden Aspros: Capitolo 1

0

Capitolo 1
Cicatrici

null

Capitolo 71 totale

Una scialuppa si avvicina a una nave in mezzo al mare, a bordo si trovano due persone, una ragazza spaventata e il suo servitore, diretti verso chi può aiutarli.

Sulla nave, infatti, c’è ad aspettarli Aspros, Cavaliere d’Oro dei Gemelli, che offre subito loro del tè per riposarsi. Per bocca del servitore, Aspros viene a sapere che la giovane si chiama Chris Walden, ultimogenita della famiglia Walden salita alla nobiltà grazie al loro ingente patrimonio. I problemi per la famiglia sono nati da quando lo zio di Chris è scomparso insieme a gran parte della famiglia. A seguito di ciò, la sorella Ursula è cambiata finendo per chiedere aiuto alle forze del male; gli Spectre di Hades! Grazie a loro ha assassinato il padre e tentato la stessa cosa con la sorella minore, per poter prendere possesso del patrimonio di famiglia. La giovane è riuscita a scappare e ora chiede protezione al Santuario dalla sorella.

Aspros ha ascoltato tutto con calma, ma non è soddisfatto, la giovane Chris, infatti, non ha mai aperto bocca e Aspros è deciso a non combattere per lei fino a che non sarà proprio lei a chiederglielo.

La sua risposta, però, è fermata da un rimbombo: uno dei soldati della nave chiama Aspros perché dal nulla è sbucata una nave pirata che li attacca.

I pirati sono comandati da Ursula in persona, che manda i suoi alla ricerca di sua sorella. I pirati si scontrano così con gli aspiranti Cavalieri sulla nave, che vengono però sconfitti e prosciugati di energia. Aspros, appena sopraggiunto, li sconfigge in fretta, constatando che i pirati sono in grado di assorbire le energie tramite il tocco della mano. Deciso a saperne di più, sale a bordo della nave pirata, trovandosi faccia a faccia con Ursula Walden.

Ursula ammira la forza del Cavaliere tanto da offrirgli un posto fra i suoi, ma Aspros rifiuta: non è in vendita per pochi soldi e dunque la incalza a mostrare il suo demone. Ursula sorride, ancor più desiderosa di averlo, annunciando che EarHeart del Vampiro Stella del Cielo Longevo è già lì.

In quel momento, Aspros si sente afferrare alla spalle sul collo, sentendosi prosciugare le energie. Sorpreso, riconosce lo Spectre che, ammirandone la forza, gli chiede cortesemente se può farsi da parte in quella disputa familiare. Ma Aspros non ci sta, avrà molti difetti, ma porta sempre a termine una missione, e così dicendo apre l’Another Dimension nel tentativo di disfarsi dello Spectre. Earheart si complimenta ancora per il suo potere, ma non si lascerà sconfiggere così facilmente. All’improvviso, una croce appare nel cielo, squarciando la dimensione oscura di Aspros, per poi rilasciare fendenti di luce diretti alla nave, con il Cavaliere che si getta verso di essa cercando disperatamente di salvarne gli occupanti.

Tornati alla nave pirata, Ursula se la ride per la facile dipartita del Cavaliere. Ma Earheart la mette in guardia, perché un Cavaliere d’Oro non si sconfigge così facilmente. Ursula non lo ascolta, rammentandogli il loro patto secondo cui l’aiuterà ad accaparrarsi l’eredità dei Walden e non solo quella.

Intanto, sulla riva, Aspros è riuscito a salvarsi, portando con sé la giovane Chris. E mentre si sincera delle sue condizioni, Aspros scopre il suo segreto; la ragazza è muta!

 

Lost Canvas Gaiden Deuteros: Capitolo 4

0

Capitolo 4
Fratelli

null

Capitolo 70 totale

Deuteros, rivestito dell’Armatura d’oro dei Gemelli, ne percepisce l’immane potenza e, grazie ad essa, riesce a distruggere l’arma di Kakalo!

Tutti sono sorpresi, da Dégel ad un redivivo Ema, ma l’unico che non si preoccupa di questo avvenimento è Aspros, che ancora osserva il tutto da lontano. Perché lui sa che adesso il gioco si farà duro, in quanto il Genro Mao Ken che ha inferto inizierà a fare veramente effetto.

Infatti lo sguardo di Kakalo s’incupisce e dal suo corpo scaturisce una nuova energia. Per nulla intimorito dalla perdita dell’arma, Kakalo ne afferra ciò che ne rimane e lo lancia contro Deuteros, che ne percepisce una nuova forza all’interno. Poi, prima che possa rialzarsi, Kakalo gli piomba addosso cercando di affondare l’arma nel suo corpo. Deuteros, colpito, capisce cosa è accaduto a Kakalo che comincia a blaterare di teste perdute e della salvezza del fratello. Poi, in preda a furia omicida, Kakalo scatena a piena potenza le fiamme di Ares, spazzando via tutto attorno a sé.

L’arena è sferzata dalle fiamme, fra cui si leva un malconcio Ema. Il berseker sente il fratello parlare di raccogliere teste, per salvare sé e il fratello, proprio come dovevano fare nel loro lontano passato. Poi lo vede, Kakalo ha distrutto tutti i berseker senza testa dell’arena, in cerca di una testa da poter prendere. Ema cerca di farlo ragionare, dicendogli che lui è li sano e salvo, ma Kakalo non lo riconosce, vedendo in lui solo una testa da poter prendere.

Deuteros salva all’ultimo Ema, che gli chiede perché lui, un nemico lo abbia fatto. Deuteros invece, lo mette in guardia su Kakalo; suo fratello, infatti, non è più in sé, ma caduto vittima di un colpo proibito che lo schiavizza fintantoché non avrà una testa ai suoi piedi.

Ema lo deride, se è di una testa che suo fratello ha bisogno per salvarsi gli darà tranquillamente la propria! Deuteros è sopreso, e chiede a Ema perché continua ad essere l’ombra di suo fratello. Ma Ema lo deride nuovamente, lui non è né luce né ombra, deve solo la vita a suo fratello e ora ripagherà il debito.

In quel momento, Kakalo appare alle spalle del fratello, colpendolo al petto, ma Ema è tranquillo, e ribadendo il concetto ad un’allibito Deuteros, si decapita di fronte a loro.

Una testa è stata presa e il Genro si spezza, sotto le urla di dolore di Kakalo, che realizza di aver eliminato il proprio fratello.

Fra lacrime di sangue, Kakalo si rivolge a Deuteros, rivelandogli che è stato suo fratello Aspros a rompere il sigillo che li imprigionava ed a manovrarlo come un burattino fino a prendere la vita di Ema. Ora vuole vendetta, cominciando dal Cavaliere che ha davanti!

Ma Deuteros non si lascia intimidire e, deciso anche lui a non essere più un’ombra, contrasta il berseker con una potentissima Galaxian Explosion!

Ancora sulla barca, Aspros prende atto della fine dei berseker, constatando di non essere ancora in grado di usare al meglio il Colpo Diabolico.

In quel momento, l’armatura di Gemini appare davanti a lui trasportata da Dégel, che gli comunica la vittoria di Deuteros che ha poi spezzato la dimensione in cui erano imprigionati chiedendogli di riportargli la corazza, cosa che Dégel ha fatto seguendo la risonanza con la propria armatura.

Aspros, per nulla intimorito, si stupisce che Dégel conosca il fratello, chiedendogli se lo trova una brava persona. Dégel risponde affermativamente, aggiungendo che seppur così simile a lui è in realtà molto diverso. Poi lo saluta dicendogli che una volta tornato dalla sua missione verrà annunciato il successore del Grande Sacerdote, augurandogli buona fortuna. Detto ciò scompare, lasciando Aspros a sorridere fra sé e sé.

All’arena, uno stanco Deuteros, osserva due teschi a terra uno accanto all’altro, quando Dégel gli si avvicina comunicandogli di aver fatto ciò che chiedeva, ribadendo però, che l’Armatura spetterebbe a lui in quanto scelto da essa stessa. Ma Deuteros ribatte che l’armatura è stata affidata al fratello e che non l’ha ancora abbandonato, chiedendosi in cuor suo quale sarà ora il cammino che dovrà intraprendere.

 

 

Lost Canvas Gaiden Deuteros: Capitolo 3

0

Capitolo 3
Lacrime

null

Capitolo 69 totale

Sotto gli occhi di tutti, Kakalo, fratello di Ema, ritorna in vita in un turbine di lava, scatenando la felicità del fratello minore, sicuro che, col fratello al suo fianco, avranno facile ragione dei Cavalieri.

Ma qualcosa di inaspettato accade; Kakalo colpisce a tradimento il fratello Ema!

Kakalo lo ha fatto per punirlo per essere stato sconfitto da un Cavaliere, stupendo il fratello che in vita non lo aveva mai visto comportarsi così. Allo stesso modo, Kakalo scatena le sue fiamme e la sua arma colpendo gli altri fantasmi dei Berseker fino a puntare ai Cavalieri.

Deuteros è colpito dall’atteggiamento del berseker, non capisce perché abbia colpito il fratello, proprio il fratello che credeva così tanto in lui. Rivedendo sé stesso in questi avvenimenti, Deuteros non è abbastanza pronto nello schivare l’arma infuocata di Kakalo, che si erge di fronte a lui.

Dégel vorrebbe intervenire in suo soccorso, ma Ema gli si frappone. E quando il Cavaliere gli chiede perché continua a proteggere il fratello nonostante ciò che è successo, Ema risponde che gli deve comunque la vita e che non smetterà mai di seguirlo.

Intanto Kakalo, di fronte a Deuteros, ne ammira la forza di volontà, adducendo al fatto che abbia vissuto come un’ombra fino a quel momento e che ora si erga in battaglia nonostante sia senza armatura.

Deuteros ribatte che non gli importa se non ha un’armatura, compiacendo il berseker che afferma che da quel momento parlerà solo il più forte e attacca con il suo Predatory Lava!

Un fiume di lava colpisce tutti quanti, persino Ema, nuovamente biasimato dal fratello per essere stato battuto ancora.

Dégel accorre in soccorso di Deuteros, più vulnerabile senza armatura, creando una barriera di ghiaccio. Ma la lava è troppo forte anche per il ghiaccio di Dégel che si chiede perché ancora non siano giunti soccorsi dal Santuario. Improvvisamente capisce: è Aspros che ha separato l’intera arena portandola in un’altra dimensione rendendoli soli a fronteggiare il possente Kakalo.

Aspros, ancora sulla nave, conferma le parole di Dégel, avendo trasportato tutta l’arena nell’Another Dimension. E non solo, appreso il colpo proibito, il Genro Mao Ken, lo ha usato su Kakalo, incuriosito della sua efficacia su un fantasma come lui.

In quel momento, Aspros vede l’armatura di Gemini al suo fianco illuminarsi, è la parte buona dell’elmo che piange per Deuteros. Aspros comprende, rivelando che non è vero che non prova nulla per il fratello, ma il suo scopo è più grande e importante per lasciare perdere. All’improvviso, però, una luce più forte s’irradia dallo scrigno.

All’arena, Dégel sente la propria armatura entrare in risonanza, per poi stupito, scorgere l’armatura di Gemini entrare nell’arena riuscendo a vincere le dimensioni grazie alla risonanza con l’armatura dell’Acquario.

Poi, con suo sommo stupore, l’armatura si pone addosso a Deuteros confermandolo agli occhi di Dégel come degno di essere un Cavaliere d’Oro!

Aspros, osservando il tutto da lontano, non si stupisce, l’armatura ha agito di suo volontà in soccorso del fratello, ma per Aspros non è un problema, anzi: è l’ultimo tassello del suo piano.

Deuteros riconosce l’armatura che ha ammirato indosso al fratello e ora, forte di essa, si frappone nuovamente d’innanzi a Kakalo spezzandone l’arma con un solo pugno!

E’ questa la forza di Deuteros protetto dall’Armatura d’Oro, ma Kakalo è sempre sotto l’influsso del Genro e non si fermerà fino alla morte sua o del nemico; come si concluderà lo scontro?

 

 

Torna all'inizio