Base Crew

Saint Seiya Episode G. A. : Capitolo 1

0

Presentiamo in questo articolo il primo capitolo del nuovo manga di Megumu Okada Episode G.A., seguito di Episode G, conclusosi l’anno scorso (e di cui i volumi finali sono di prossima pubblicazione qui in Italia). Pubblicato sulla rivista Champion Red, l’opera avrà cadenza bimestrale e dovrebbe raccontare fatti accaduti dopo la fine del G.
Come sempre potete trovare scansioni complete e traduzione sul nostro forum

 

Capitolo 1
L’Assassino degli Assassini

 

Nella notte, in un hotel della città di Shinjuku, un uomo parla al telefono col proprio capo, rimproverandolo di volergli addossare la colpa di uno scandalo di corruzione. L’uomo è il segretario di un politico, e non ha il tempo di dire di altro, essendo colpito da una esplosione. L’esplosione coinvolge anche una studentessa che passava da quelle parti, spaventata nel distinguere una figura ammantata di bende uscire indenne dal fuoco.
Più tardi la squadra speciale della polizia giunta sul posto ad investigare fa rapporto a un ragazzo incappucciato, rivelando che l’unico indizio che hanno è una “S” come iniziale del colpevole. Il ragazzo, che nasconde un Pandora Box, percependo il Cosmo del nemico, è pronto ad eliminarlo.
Intanto, la studentessa, si ritrova nella metropolitana, salutata dalla mummia di prima che la chiama per nome; Yoshino Hino.
La mummia si rivela stupita del fatto che la ragazza sia in grado di vederla, esistendo da più di 3000 anni in forma di spirito. La mummia le rivela inoltre di possedere il potere di infiammare gli uomini, potere che usa in veste di assassino professionista. Non volendo ficcanaso in giro, ha attirato Yoshino in quella metrò deserta.
Per fortuna di Yoshino, però, un uomo ha seguito la mummia. Sa che è stata lei a uccidere il segretario essendo al soldo del politico e, guidato dalla civetta che ha sulla spalla, è andato lì per punirlo.
La mummia è nuovamente sorpresa, ma per nulla intenzionata a farsi colpire, attacca col suo Spontaneous Human Combustio! Una tecnica in grado di provocare una combustione spontanea nel corpo di un uomo fino a raggiungere una temperatura di 1000 gradi.
Yoshino è spaventata nel vedere il suo salvatore morire così facilmente, ma la civetta la rassicura, perché il suo compagno non è il tipo da farsi sconfiggere così facilmente.
In un bagliore dorato, infatti, l’uomo si libera delle fiamme, rivelando la sua armatura e presentandosi come Shura, Cavaliere d’Oro del Capricorno!
La mummia è stupita nel constatare l’esistenza dei Cavalieri, ma Shura ribatte che al momento segue solo la Giustizia, per mezzo della civetta sua compagna, che gli indica gli obiettivi da eliminare, come quella mummia, che Shura annienta con un solo colpo di Excalibur!
Yoshino vorrebbe ringraziare il suo salvatore, ma Shura ribatte che è meglio se dimentica l’accaduto, sorprendendo il nuovo arrivato.
Il ragazzo che parlava con la polizia, infatti, è appena sopraggiunto chiedendo a Shura se davvero vuole lasciare andare la ragazza dopo quello che ha visto. Shura, imperturbabile, risponde che è sicuro della sincerità della ragazza che non lo tradirà e, vedendoci lungo, gli chiede se è lui l’uomo che il Santuario ha mandato per ucciderlo.
Il ragazzo risponde affermativamente, chiedendogli perché se n’è andato dal Santuario senza il permesso del Sacerdote, un gesto di chiaro tradimento.
Shura ribatte che in realtà lui sta continuando a seguire la giustizia, ma il ragazzo non ne è convinto, perché ricorda bene le gesta passate del Cavaliere come l’assassinio di suo fratello maggiore. Liberandosi del suo travestimento, il ragazzo veste la propria armatura, rivelandosi come Aiolia, Cavaliere d’Oro del Leone, giunto lì per ordine del Grande Sacerdote per uccidere il traditore Shura!

Saint Seiya Saintia Sho: Capitolo 8

0

Capitolo 8

Scansioni e Traduzione sul Forum

null

Riunione

Mii è decisa ad affrontare ogni minaccia per Saori e attacca la nuova venuta con il suo calcio rotante Angel Splash! Ma Emony ha evitato l’attacco e, rivelando la sua Leaf, l’armatura delle Dryadi rossa come il sangue, si presenta come Emony della Malizia, per poi attaccare con il suo Nightmare Scheme!

Centinaia di farfalle circondano il corpo di Mii, ma non sono farfalle, in realtà sono lobelie, fiori che attecchiranno sul suo corpo prosciugandole le energie. Mentre Mii inizia a risentire degli effetti del suo colpo, Emony la deride per fidarsi di Athena, una dea così debole da soffrire degli incubi notturni. Questo scuote Mii, decisa a difendere Saori, che, seppur fra le sue debolezze, ce la mette tutta per proteggere l’amore umano. Forte di questa consapevolezza, rompe l’attacco di Emony e la colpisce col suo Heaven’s Maelstrom!

Intanto, Jabu ha sconfitto Toki e sta per finirlo se non fosse per l’intervento di Saori la quale, accogliendo il ragazzo ormai morente fra le braccia, si scusa per i patimenti che ha dovuto subire. Più sereno, Toki si spegne fra le sue braccia, mentre il suo corpo si estingue in decine di fiori. Mii, appena sopraggiunta, spiega che sono bucaneve, e che nel linguaggio dei fiori significano speranza. Saori, infatti, ricorda dei cento ragazzi mandati a diventare saint da suo nonno, e il fatto che molti di loro, fra i patimenti, non potevano far altro che aggrapparsi alla speranza, ma a causa dei semi di Eris, anche una sola piccola debolezza può farli finire nelle sue mani come il povero Toki e questo non vuole permetterlo!

Ma una voce la deride nell’aria; è Eris, risvegliatasi nel corpo di Kyoko!

Eris deride Athena per la sua debolezza, ricordandosi di quando la sigillò nella mela d’oro che tiene in mano confinandola nella galassia. Ma ora è tornata, richiamata dall’era caotica degli uomini, pronta a dominare sulle loro debolezze. Jabu cerca di fermarla, ma viene subito atterrato dalla dea, che poi fa lo stesso con Saori che, in quanto non ancora completamente risvegliata, non può opporsi al suo potere. Eris così progetta di farla prigioniera nel suo tempio, consumando le sue energie grazie alla mela d’oro.

Dal cielo, però, giunge come una meteora un’aiuto inaspettato; è Shoko, catapultata lì da Mayura che ha percepito il pericolo per Athena! Shoko non ha ancora concluso il suo apprendistato, ma si trova ora nuovamente innanzi a sua sorella, posseduta da Eris che non la riconosce. Ma l’incontro produce frutti inaspettati, il totem di Equuleus, infatti, entra in risonanza col cosmo di Kyoko, che si sta risvegliando contrastando Eris, a quanto pare non del tutto risvegliata.

Dal profondo del suo animo, Kyoko incita la sorella a combattere e, grazie al suo cosmo, l’aiuta ad indossare per la prima volta l’armatura di Equuleus!

Indebolita, Eris si allontana, mentre Kyoko continua ad incitare la sorella che, comprendendo, le promette di proteggere Athena!

Saint Seiya Saintia Sho: Capitolo 7

0

Capitolo 7

Scansioni e Dialoghi sul Forum
null

Vizio e Virtù

Saori ha un sogno sulle sue vite passate come Athena, in cui regnava al santuario sui cavalieri, ma in questo sogno s’intromette Eris, insinuando che è inutile stare a guardia degli umani perché loro saranno sempre in conflitto, tanto vale allora godersi lo spettacolo dall’alto dei Cieli. Saori ribatte che lei combatterà sempre al loro fianco, ma Eris la deride, perché in realtà le sue mani sono lorde del sangue dei cavalieri morti per lei.

Saori si risveglia dall’incubo, spossata e pensierosa riguardo al suo destino.

Altrove, Shoko è ancora prigioniera dei semi del male, sbocciati grazie ai suoi desideri. Mayura, per fermarla, la colpisce con la propria tecnica Hisen Hajakuchôsen, con cui la esorcizza dal male. Ma, poiché a causa del suo destino, Shoko può ancora finire preda del male la imprigiona nel Bangôsenseki, una roccia sigillo del male.

Al suo interno Shoko soffre, chiedendosi il motivo per cui non può avere dei desideri, qui dei teschi l’accolgono fra loro, perché la riconoscono come uno spirito maligno al loro pari. Shoko non ci sta e, ricordandosi del sacrificio della sorella, comprende che il suo destino non è scritto e sarà lei a farlo. Con questi sentimenti nel cuore, spazza via gli spiriti maligni e si libera della roccia.

Mayura si complimenta con lei per essere riuscita da sola ad usare il Cosmo, questo perché desideri positivi si tramutano in convinzione, che può dare agli uomini un grande potere. Compreso ciò, anche per Mayura Shoko può invertire il proprio destino e l’aiuterà a farlo!

A villa Kido, Mii si preoccupa per Saori che vede molto stanca, chiedendole se è per i preparativi delle imminenti Galaxian Wars, ma Saori non risponde.

All’esterno la piccola Emony osserva Saori, volendo vedere la nemica giurata di sua madre. Non ritenendola un grosso pericolo decide d’ingannare il tempo giocando un po’ con lei, grazie a un seme del male che sta per sbocciare.

All’entrata della villa, Jabu ferma un ragazzo che stava entrando, riconoscendolo come Toki, uno dei cento bambini che come lui sono stati mandati in giro per il mondo per diventare cavalieri. Jabu lo saluta contento di rivederlo e chiedendogli quale armatura ha ottenuto. Ma Toki non ha ottenuto un’armatura e, pregno dell’odio per la Fondazione che tanto lo ha fatto soffrire si è convertito alla dea Eris rinascendo come un suo ghost!

Jabu, allora lo attacca per difendersi, ma Toki si rialza facilmente, dicendo di aver ottenuto un potere superiore a quello di un saint.

Intanto Emony si sta gustando lo spettacolo, quando alle sue spalle appare Mii che l’ha scoperta. Emony non si scompone nel ritrovarsi contro una cameriera, ma Mii sfodera la sua armatura pronta a combatterla con tutte le sue forze!

Lost Canvas Gaiden Sisifo: Capitolo 4

0

Capitolo 4
La Promessa

Scansioni Complete sul Forum

null

Capitolo 66 totale

Sisyphus si trova dinnanzi suo fratello, Ilias del Leone, il più forte e rispettato Cavaliere del Santuario con la proposta di abbandonare tutto ritirandosi in un luogo remoto e pacifico.

Sisyphus non può crederci: suo fratello, nonché suo maestro, non può fare proposte del genere. Credendolo un’altra illusione di Alkhes lo attacca, ma Ilias respinge facilmente l’attacco con il suo Plasma, scaraventando il giovane Sagittario al suolo.

Ora Sisyphus ha la certezza che quello è suo fratello, ma rifiuta il suo invito volendo a tutti i costi proteggere gli altri, ma Ilias non è d’accordo. Ha visto il suo oracolo per cui Sisyphus perderà sé stesso tradendo il Santuario e non è disposto ad accettarlo. Ma constatando che il fratello non vuole seguirlo lo colpisce con un potentissimo Lightining Crown che devasta anche la foresta.

Sisyphus ne è investito e sente che la sua stessa Armatura è rimasta ferita nell’anima: tale è il potere di Ilias che la stessa natura si piega a lui. Anche Alkhes in lontananza lo percepisce, biasimando il Leone per non essere in grado di esprimere i propri sentimenti.

Ilias, nuovamente addosso a Sisyphus, gli intima di seguirlo abbandonando il Santuario, ma Sisyphus non vuole cedere; ha fatto una promessa ad Aspros e Rasgado, ed ha intenzione di costruire il domani insieme a loro! Con questa promessa nel cuore, lancia il Cheiron’s Light Impulse a piena potenza, ma, con sua grossa sorpresa, Ilias ci cammina in mezzo come se niente fosse.

Biasimandolo per la sua scelta, Ilias scatena tutto il potere della sua Ottava Vista, scaraventando gli spiriti della foresta su Sisifo dilaniandogli l’armatura. Sisifo li subisce, ma non ha intenzione di cedere e, scorgendo una via come aveva fatto con il proprio alter ego oscuro, la imbocca attaccando il fratello. Con sua grossa sorpresa, però, Ilias sputa sangue dalla bocca, e non per un colpo ricevuto.

Basito, Sisyphus chiede spiegazioni al fratello, che risponde dicendo di avere la tubercolosi. Il suo destino è ormai scritto, la sua ricerca di superare i sensi ha gravato sul suo fisico al punto da ammalarsi e ormai non gli restano più molti anni. Ma la Terra gli ha detto che ritornerà in un’altra forma, ed è a Sisyphus che vuole affidare quel nuovo sé stesso, ed è a tale scopo che lo ha messo alla prova.

Sisyphus è in lacrime, incapace di accettare il Fato del fratello, ma Alkhes, appena sopraggiunta, gli promette di prendersi cura di lui e, complimentandosi per aver superato la prova, gli dona il manoscritto con un oracolo che gli sarà utile per la Guerra Santa. Sisyphus lo accetta chiedendole se il suo futuro sarà radioso, la Pizia gli risponde che il futuro è una ramificazione di eventi che dipende dal nostro agire e che sarà lui con le sue decisioni a scriverlo. Conscio di ciò, Sisyphus fa una nuova promessa al fratello, cioè di avere cura del suo erede e di guidarlo verso il futuro.

Di ritorno al Santuario, si scopre che l’oracolo mostra una piccola città italiana, di cui non si comprende il significato per più di dieci anni. Nello stesso periodo, mentre Sisyphus si trova in compagnia di Rasgado, sente la propria Armatura risuonare; è l’Armatura del Leone a chiamarlo!

E mentre Rasgado comprende che il piccolo Regulus è ancora vivo, Sisyphus si precipita a cercarlo per adempiere alla propria promessa!

Saint Seiya Saintia Sho: Capitolo 6

0

Capitolo 6

Discussione sul Forum

null

I Semi del Male

Shoko si risveglia, confusa, in una grotta, in compagnia di Mirai e Shinato che le presentano la loro maestra; Mayura.

Mayura era una saint, ma ora per motivi sconosciuti è ridotta a un vegetale su una sedia a rotelle, potendosi esprimere solo attraverso il cosmo usando come tramite un fagiano.

Mayura chiede a Shoko il perché vuole diventare una santia, e quando scopre che è solo per salvare la sorella la mette in guardia sul potere dei desideri. I cavalieri non seguono interessi personali, ma il bene comune, in più i desideri possono portare alla bramosia e con essa alla malizia, a cui la ragazza è legata a causa della Dea della Discordia.

Nel frattempo, in un tempio, Ate osserva Kyoko, imprigionata all’interno di un grande albero in attesa del risveglio di Eris dentro di lei.

La sua sorellina Emony la interrompe lamentandosi di dover aspettare il risveglio della madre prima di entrare in azione. Anche suo fratello Phonos è d’accordo, proponendo di occuparsi dei cavalieri subito come dono per il risveglio della madre. Ma Ate è di diverso avviso; sa che Atena è lontana dal santuario, in quel momento retto da un traditore, e sa che presto una guerra interna scuoterà le schiere dei cavalieri, e solo allora interverranno.

Convenendo su questo, i tre assistono alla fioritura dei semi del male prodotti dall’albero e sparsi per il mondo per generare nuovi conflitti.

Al santuario Milo dello scorpione assiste alla caduta dei semi sul mondo, e con lui Aiolia, ed entrambi percepiscono il pericolo, ma sanno che non possono muoversi senza un ordine del Grande Sacerdote che stenta ad arrivare.

Anche Saori e Mii vedono cadere i semi, comprendendo cosa significano. E Mii, oltre alla preoccupazione per questo, esprime anche quella riguarda alla sua compagna Katya, di cui si sono perse le tracce.

Nel mentre, Shoko e gli altri stanno cenando, quando uno di quei semi colpisce Shoko animando i suoi desideri oscuri di vestire l’armatura per avere il potere di salvare Kyoko. Mayura la sente e la ferma, avvertendola che se cercherà d’intaccare la sacra armatura con la sua malizia, sarà costretta ad affrontarla.

Lost Canvas Gaiden Sisifo: Capitolo 3

0

Capitolo 3
Arco e Corda

Discussione sul Forum

null

Capitolo 65 Totale

 

L’Oracolo rivela a Sisyphus che se vuole leggere i manoscritti sul futuro dovrà prima sconfiggere la sua parte oscura, nata proprio da quei manoscritti, secondo cui sarà il Sagittario stesso ad intromettersi nei piani di Athena, facendo soffrire lei e i suoi compagni e cedendo infine al male.

Sisyphus non può crederci, ma non ha il tempo di controbattere l’Oracolo, in quanto il Sagittario Oscuro lo attacca con le sue frecce di tenebre. Implacabile, il Sagittario continua a colpirlo senza concedergli un’attimo di respiro, ma Sisyphus non vuole credere al futuro da lui rappresentato e lo attacca col suo Cheiron Light Impulse!

L’attacco sembra avere effetto e Sisyphus, facendo fede nei suoi compagni, si dirige dall’Oracolo pronta a smentirla, ma il Sagittario Oscuro gli si para nuovamente dinnanzi biasimandolo per la sua debolezza dovuta all’affidarsi sempre agli altri. Detto ciò gli scaglia contro con la versione oscura del Cheiron.

Sisyphus, investito dal colpo, ripensa a quando incontrò per la prima volta Ilias scoprendo di esserne il fratellastro. All’epoca, in un attacco dei Black Saint, Sisyphus era corso in aiuto di alcuni suoi amici, intrappolati dal fuoco, troppo debole per tirarli via, ma deciso a proteggerli, era stato salvato dal potere di Ilias. In quel momento era nato in lui il desiderio di ottenere la forza da Cavaliere per proteggere tutti coloro che gli erano cari.

Rafforzato da questo ricordo, Sisyphus fronteggia nuovamente la sua parte oscura, che lo biasima ancora per i suoi dubbi e lo minaccia con la freccia nera del Sagittario. Sisyphus risponde con la freccia d’oro ma esita temendo di non farcela. Una voce lo spinge a cercare la propria via non con gli occhi ma con l’anima, cercando il suo percorso da seguire. Sisyphus , chiudendo gli occhi, lo vede, un percorso costellato dai suoi compagni, e conscio che la via che ha scelto sarà ardua non si tira indietro non temendo altro che il poter diventare come il Sagittario che ha davanti. Forte di ciò, scaglia la freccia sconfiggendo il Sagittario oscuro, che si complimenta per la sua forza di volontà.

Sisyphus , però, non ha il tempo di gioirne, perché Ilias, l’autore della voce che l’ha spronato, gli si pone dinnanzi facendogli l’ultimo quesito; sarebbe pronto il Sagittario ad abbandonare la propria armatura per ritirarsi in un luogo pacifico con lui?

Lost Canvas Gaiden Sisifo: Capitolo 2

0

Capitolo 2
L’Oracolo

Discussione sul Forum

null

Capitolo 64 Totale

Al Santuario, Sage ha richiamato l’appena investito Sisyphus per affidargli il compito di recarsi presso l’Oracolo di Delfi al fine di chidere numi circa l’esito della prossima Guerra Sacra. Ma ciò fa parte del piano di Ilias per mettere alla prova Sisyphus di modo che sconfigga il proprio lato oscuro. Sage ancora non comprende fino in fondo la scelta del Leone, ma ha compreso della sua malattia ai polmoni chiedendo spiegazioni al silenzioso Cavaliere d’Oro.

Mentre Sisyphus si dirige fuori dal Santuario, sente le voci degli altri apprendisti che non si stupiscono della sua investitura, non tanto per le sue capacità, ma credendolo raccomandato in quanto fratello del Cavaliere del Leone. Infastidito da ciò viene presto rassicurato da Rasgado e Aspros che si complimentano ancora per il risultato raggiunto, promettendogli che anche loro lo raggiungeranno presto.

Rincuorato, Sisyphus raggiunge Delfi, dove in un bosco viene attaccato da alcuni lupi che atterra senza volere. I lupi sono diretti all’Oracolo, come gli spiega Alkes, l’attuale Oracolo apparsa anch’ella sotto le spoglie di un lupo. Scusandosi dell’accaduto, Alkes si offre di fargli strada, assieme ai suoi amici. Con suo grande stupore, infatti, Sisyphus incontra Rasgado ed Aspros con le rispettive Armature!

I due gli spiegano di essere appena stati investiti e di averlo seguito nella missione, per poi attaccarlo violentemente all’improvviso. Sisyphus è stupito, chiedendosi se sia o meno un’illusione. Ma i due non gli lasciano il tempo di fare altro, cominciando a tempestarlo di colpi e biasimandolo per il suo carattere, considerato inadatto all’Armatura che indossa.

Al Santuario Ilias ripensa ancora alle ultime parole del Grande Sacerdote e conferma a sé stesso l’intenzione di aiutare il fratello a migliorarsi di modo da fare la parte nella Guerra Sacra che lui non potrà più svolgere.

Ancora in preda allo scontro coi due, Sisyphus cerca di reagire, quando si trova circondato da tanti sé stesso che insistono sul volere una vita normale invece che una da Cavaliere. Sisyphus vorrebbe zittirli, nel mentre viene attaccato violentemente dai due compagni. Deciso a dimostrare di che pasta è fatto, il giovane Sagittario risponde con il suo colpo più potente annullando l’illusione.

La ricomparsa di Alkes gli conferma che tutto ciò è stata una sua illusione per metterlo alla prova e, ora che l’ha superata, è pronta a mostrargli il suo futuro.

All’interno del tempio, davanti alla vera forma di Alkes, Sisyphus vede sé stesso con una Surplice addosso. Perché è questa la visione avuta dall’Oracolo, il Sagittario passato alle forze del male!

 

Torna all'inizio