Articoli con tag Driade

Saint Seiya SaintiaSho: Capitolo 18

0

Capitolo 18

Erda

null
La Saint Academy, situata nelle Alpi Svizzere, è una struttura della Fondazione Grado, all’apparenza dedicata a studi d’elite, ma in realtà nasconde un’accademia per saintie, pronte alla lotta.
Anche quel giorno le allieve si stavano allenando quando qualcuno le attaccò.
Poco più tardi, giunge una ragazza in sella a una moto, sconvolta nel trovare l’accademia semi-distrutta. Fra le macerie, trova una delle sue compagne, Mito, che le consiglia di scappare prima che sia troppo tardi. Ma proprio in quel momento, appare l’autore di tanta distruzione; Death Mask di Cancer.
La ragazza, per nulla spaventata, gli chiede spiegazioni, sul perché ha attaccato anche le allieve più giovani e indifese, quando un cavaliere d’oro dovrebbe solo perseguire la giustizia.
Al sentire quella parola, Death Mask scoppia a ridere, affermando che la giustizia appartiene al più forte, e in quanto le allieve erano delle ribelli nei confronti del Santuario lui ha eseguito solo il suo dovere.
La ragazza si arrabbia, comprendendo l’indole malvagia del cavaliere e, pronta a vendicare le compange, indossa la propria armatura presentandosi come Erda, la saintia di Cassiopea!
Erda attacca con il suo Greatest Eruption, ma Death Mask ride nuovamente per la debolezza della ragazza, mandandola a terra con un unico colpo.
Ma Erda, seppur ferita, si rialza decisa a combatterlo in nome di Athena!
Death Mask, stupito dalla determinazione della ragazza, decide di fare sul serio usando la sua tecnica segreta; il Sekishiki Meikai-Ha!
Erda si ritrova separata dal suo corpo e scaraventata in un luogo oscuro, dove ritrova le sue compagne che le chiedono di vendicarle. Fra loro, si avvicina Mito che le offre il potere per sconfiggere un gold saint. Erda percepisce qualcosa di oscuro nell’amica e sente il suo animo adombrarsi, quando all’improvviso appare il gold di Cancer che scaccia lo spirito di Mito.
Death Mask afferma che quelle non sono le sue vere compagne, ma bensì le servitrici di Eris, che si erano nascoste in attesa del ritorno della loro madre. Le driadi, sentendo l’odore della morte sul cavaliere, gli offrono di unirsi a loro, ma Cancer rifiuta sdegnoso eliminandole con un altro sekishiki. Erda comprende che le sue amiche sono state sacrificate per far venire il nemico allo scoperto, ricordando che come saint è loro dovere dare la vita per la giustizia. Ma quando chiede a Death Mask se era veramente necessario, il gold se la ride affermando che era solo il metodo più rapido, né più né meno e la rimanda nel mondo dei vivi.
Tornata ai resti dell’accademia, Erda si dispera, meditando vendetta nei confronti del meschino gold di Cancer.

Saint Seiya Saintia Sho: Capitolo 10

1

Capitolo 10

null

Guerriero d’Oro

Nel cielo notturno, Mayura osserva due stelle allontanarsi, intuendo la loro direzione; il Giardino dell’Eden. La donna sa che luogo mitico sia e cosa nasconde e si chiede se il vento del destino stia cambiando.

Intanto, Shoko si risveglia in un antro oscuro bloccata da tanti fili di seta. Confusa, cerca di liberarsi, ma un uomo la ferma, è Phonos driade dell’omicidio. Phonos la informa di averla imprigionata al di sotto del palazzo di Eris e di essere interessato a lei in quanto un tempo destinata ad ospitare lo spirito di sua madre.

Shoko, infastidita da lui, tenta di colpirlo, con Phonos che si stupisce che si possa ancora muovere all’interno del suo Paralyse Seta, supponendo che sia grazie alla protezione del cloth. Ma riattivando la tecnica, il cloth si danneggia e Shoko comincia a sentirsi debole. Approfittando di questo, Phonos l’assaggia, pregustando il momento ormai vicino in cui si ciberà di lei, perché è questo che vuole fare, mangiarsi Shoko!

Una luce dorata lo ferma; è Milo di Scorpio accorso in aiuto di Shoko!

Milo si stupisce di trovare lì una Saintia, era accorso seguendo una traccia di cosmo pensando che l’avrebbe portato da Eris, non da una Saintia. Phonos lo riconosce, è l’uomo che cinque anni prima ha impedito la rinascita di sua madre Eris, e pure Shoko se lo ricorda come l’uomo che la salvò insieme a sua sorella.

Contento di potersene vendicare, Phonos lo attacca, ma Milo ne blocca l’attacco con un solo dito, presentando il suo Scarlet Needle, che ne colpisce i centri nervosi procurando un dolore atroce. Phonos comincia ad accusarlo ma non ha intenzione di arrendersi, e attacca col suo Despaired Bite! Ma Milo contrasta facilmente l’attacco eliminandolo con le successive punture.

Eliminato il nemico, Milo si appresta ad andarsene, ma Shoko gli chiede di portarlo con lui per poter salvare la sorella. Milo, al contrario, le intima di andarsene, perché lui è li per una missione, una missione con lo scopo di eliminare Eris e non vuole intralci!

Al tempio, Ate raccoglie energia da Eris, quando un uomo la viene ad informare della sconfitta di Phonos per mano di un gold saint. Ate non si stupisce di ciò, ma reagisce con rabbia quando l’uomo si mostra preoccupato per la forza del cavaliere d’oro. Ate rimprovera così il suo Ghost Saint, Rigel l’ex Silver Saint di Orione! riscontrando una rimanenza da cavaliere in lui, per poi allontanarsi per occuparsi del gold.

Ancora nell’antro, Shoko accoglie anche Mii, giunta anch’ella in suo soccorso, ma al contrario di Mii, Shoko non vuole lasciare quel posto, vuole bensì seguire il cavaliere d’oro perché preoccupata che possa portare completamente a termine la sua missione, uccidendo così sua sorella!

Intanto, al tempio, Milo è finalmente giunto, accolto da Ate, chi vincerà fra i due?

Saint Seiya Saintia Sho: capitolo 1

0

Capitolo 1
Shoko e Kyoko

null

In un sogno vediamo la cometa Repulse, prigione dello spirito di Eris, volare nel cielo e un serpente alato inseguire una bambina fino all’arrivo di un cavaliere dorato in suo aiuto. Shoko si risveglia dall’incubo, allontanando il padre, entrato nella sua stanza per svegliarla. E’ mattina e, dopo i soliti allenamenti di karate col padre, Shoko fa colazione ripensando come sempre alla sorella maggiore Kyoko, partita cinque anni prima per un programma di studi della fondazione Kido.

A scuola, Shoko scopre da un’amica che Saori Kido, la presidente della fondazione più potente d’Asia, di cui la scuola fa parte, arriverà quel giorno per frequentare le lezioni, dovendo coprire l’obbligo scolastico pur studiando a casa. Saori, impegnata con l’organizzazione delle Galaxian Wars, non è interessata a seguire le lezioni della scuola, ma costretta dalla legislazione, non può fare diversamente. Shoko, scoprendo dove si trova, si dirige subito nelle sue stanze per chiederle della sorella, ma alla porta trova Mii, segretaria di Saori, che le blocca il passaggio e la spinge via con un’arte marziale sconosciuta alla ragazza.

Non potendo proseguire, Shoko, ci rinuncia per il momento uscendo fuori per la pausa pranzo, ragionando per trovare un modo per poter avvicinare la signorina Kido. In quel momento, tutte le sue compagne si addormentano e una strana donna appare al suo cospetto. La donna si presenta come una driade, venuta a prenderla in nome di sua madre Eris, la dea della discordia, perché il corpo di Shoko è destinato ad ospitare lo spirito della dea! Shoko cerca di ribellarsi, ma la driade è troppo forte per lei, all’improvviso, però, una ragazza in armatura accorre in suo soccorso. Shoko non può crederci nel riconoscere la ragazza; è sua sorella Kyoko, santia di Equuleus, giunta a difenderla!

Scansioni e FanTraduzioni sul Forum

Lost Canvas Anecdotes 01 – Albafica

3

Anecdotes 01: Albafica

Sebbene non possiate stabilire un contatto fisico, continuerete sempre a difendere quei legami invisibili che restano celati, ma che non svaniscono anche se si rimane soli. E nulla descrive meglio di questo chi percorre la via degli uomini.

Sage su Albafica e Lugonis

Vi proponiamo il Gaiden di Albafica in formato tankōbon, simile a quello rilasciato in Giappone poco tempo fa. Oltre alla possibilità di leggere i capitoli in un volume unico, questa edizione offre extra inediti in alta qualità, tra cui lo schema della Surplice della Driade.

(altro…)

Lost Canvas Gaiden Albafica: Capitolo 08

3

Capitolo 008
Mughetti Rossi

Dopo aver salvato Pefkos, Albafica, più risoluto, vuole chiudere la questione con Luco. Ma lo Spectre della Driade ha in pugno lo scontro: il veleno è controbilanciato dai Mughetti, le rose di Pisces sono sotto il suo comando. Colpisce ripetutamente Albafica, dicendogli che lui per primo, come Pefkos, è stato solo uno strumento nelle mani del suo maestro Lugonis. Il suo ultimo attacco sembra decisivo, ma Luco non ha fatto ancora i conti con l’Orgoglio di Pisces..

(altro…)

Lost Canvas Gaiden Albafica: Capitolo 07

4

Capitolo 007
Driade

Luco ormai non è più quello di un tempo e spiega il perché delle sue scelte, lasciando scossi ed increduli Pefkos ed Albafica. Ma lo Spectre della Driade si rivela anche un guerriero attento: grazie alla sua appartenenza ha il pieno controllo dei colpi floreali del Cavaliere di Pisces. Albafica è indifeso e deriso, ma trova in Pefkos uno scudo improbabile quanto motivante..

(altro…)

Lost Canvas Gaiden Albafica: Capitolo 06

0

Capitolo 006
Pefkos

Mentre scopriamo le ultime volontà di Lugonis di Pisces, le domande di Albafica spingono Pefkos a raccontare più nel dettaglio le motivazioni della fuga dato che il primo trova Luco una persona per nulla sospetta. Ma il ritorno sull’Isola per Pefkos è stata la conferma delle sue paure, trasformatesi in disperazione una volta resosi conto che il suo intervento di sabotaggio era stato vano. Giusto il tempo di mostrare al Cavaliere d’Oro quanto accade sull’Isola dei Guaritori che Luco li raggiunge e rivela la sua identità..

(altro…)

Torna all'inizio