Articoli con tag Death Mask

Saint Seiya Saintia Sho: Capitolo 19

0

Capitolo 19

Notte Prima della Battaglia Decisiva

null

Mii sta facendo rapporto a Saori sulla distruzione dell’Accademia, sincerandosi delle condizioni della sua signora, visibilmente preoccupata, ma Saori la rassicura, non deve pensare a lei e convoca Shoko e Xiaoling.
Le due sono ancora sconvolte per ciò che è accaduto all’accademia, ma Saori le avverte che quello era solo il primo passo del Santuario che ora si appresterà ad attaccarle direttamente. Nonostante ciò, Saori ordina alle tre di allontanarsi andando a stare in una villa sulle montagne di sua proprietà. E quando le tre provano a rifiutare, Saori spiega che col loro livello di forza non pensa siano in grado di affrontare le prove che le aspettano, perciò ha pensato di farle addestrare. Dalla finestra appare così Marin dell’Aquila, chiamata da Saori e pronta ad addestrare le tre.
Giorni dopo, alla villa sulle montagne, Marin addestra le tre spingendole ad attaccarla tutte assieme, non avendo la pazienza di Mayura. Le tre non se lo fanno ripetere, ma Marin le contrasta facilmente mandandole a terra. Shoko, stupita della sua forza, ci riprova, ma Marin la evita facilmente rimproverandola di attaccare senza un minimo di strategia, per poi atterrarla con una tecnica che Shoko ha già visto una volta; il Ryuseiken!
Marin la consiglia come una tecnica adatta al suo stile di combattimento, per poi esortare le tre a riprendere la lotta.
Intanto, al Colosseo, Tatsumi commenta la sua distruzione ad opera dei silver saint, chiedendo a Saori se non sia il caso di richiamare le Saintie. Ma Saori ha già preso la sua decisione, la battaglia è prossima e lei la vuole combattere con le sue forze, senza dover essere di peso a nessuno.
Al Santuario, Saga ha richiamato ben otto gold saint, che informa del tradimento di alcuni saint orchestrato da Saori Kido, forse la depositaria di una qualche divinità malvagia. Intuendo un loro prossimo attacco, Saga, nelle vesti di Gran Sacerdote, ordina ai cavalieri d’oro di presiedere le loro case preparandosi all’imminente battaglia, una battaglia che sicuramente li vedrà vincitori!
Giunto all’Ottava Casa, Milo dello Scorpione guarda il Santuario con preoccupazione, intuendo che qualcosa di grave sta per accadere.

Saint Seiya SaintiaSho: Capitolo 18

0

Capitolo 18

Erda

null
La Saint Academy, situata nelle Alpi Svizzere, è una struttura della Fondazione Grado, all’apparenza dedicata a studi d’elite, ma in realtà nasconde un’accademia per saintie, pronte alla lotta.
Anche quel giorno le allieve si stavano allenando quando qualcuno le attaccò.
Poco più tardi, giunge una ragazza in sella a una moto, sconvolta nel trovare l’accademia semi-distrutta. Fra le macerie, trova una delle sue compagne, Mito, che le consiglia di scappare prima che sia troppo tardi. Ma proprio in quel momento, appare l’autore di tanta distruzione; Death Mask di Cancer.
La ragazza, per nulla spaventata, gli chiede spiegazioni, sul perché ha attaccato anche le allieve più giovani e indifese, quando un cavaliere d’oro dovrebbe solo perseguire la giustizia.
Al sentire quella parola, Death Mask scoppia a ridere, affermando che la giustizia appartiene al più forte, e in quanto le allieve erano delle ribelli nei confronti del Santuario lui ha eseguito solo il suo dovere.
La ragazza si arrabbia, comprendendo l’indole malvagia del cavaliere e, pronta a vendicare le compange, indossa la propria armatura presentandosi come Erda, la saintia di Cassiopea!
Erda attacca con il suo Greatest Eruption, ma Death Mask ride nuovamente per la debolezza della ragazza, mandandola a terra con un unico colpo.
Ma Erda, seppur ferita, si rialza decisa a combatterlo in nome di Athena!
Death Mask, stupito dalla determinazione della ragazza, decide di fare sul serio usando la sua tecnica segreta; il Sekishiki Meikai-Ha!
Erda si ritrova separata dal suo corpo e scaraventata in un luogo oscuro, dove ritrova le sue compagne che le chiedono di vendicarle. Fra loro, si avvicina Mito che le offre il potere per sconfiggere un gold saint. Erda percepisce qualcosa di oscuro nell’amica e sente il suo animo adombrarsi, quando all’improvviso appare il gold di Cancer che scaccia lo spirito di Mito.
Death Mask afferma che quelle non sono le sue vere compagne, ma bensì le servitrici di Eris, che si erano nascoste in attesa del ritorno della loro madre. Le driadi, sentendo l’odore della morte sul cavaliere, gli offrono di unirsi a loro, ma Cancer rifiuta sdegnoso eliminandole con un altro sekishiki. Erda comprende che le sue amiche sono state sacrificate per far venire il nemico allo scoperto, ricordando che come saint è loro dovere dare la vita per la giustizia. Ma quando chiede a Death Mask se era veramente necessario, il gold se la ride affermando che era solo il metodo più rapido, né più né meno e la rimanda nel mondo dei vivi.
Tornata ai resti dell’accademia, Erda si dispera, meditando vendetta nei confronti del meschino gold di Cancer.

Torna all'inizio