Capitolo 3

Cross Road

null

Capitolo 77 totale

Kairos, così si presenta l’uomo vestito in modo strano agli abitanti di Mu. Kairos li attacca, alla ricerca della cloth di Aries che vuole distruggere, ma sul suo cammino è bloccato da delle fiamme, è Yugo del Centauro che gli sbarra la strada! Ma Kairos non si lascia intimorire e trasforma il cavaliere in un bambino con il Rewind Bio! Kairos non l’ha ucciso perché vuole dei testimoni sul suo trionfo su Chronos che ha usato Avenir per i suoi scopi. Per fortuna, il cloth di Aries è protetto, di modo da non poter essere distrutto, perciò Kairos lo blocca nel tempo insieme a tutti gli abitanti del paese, felice di aver contrastato i piani del fratello.
Questa è la storia narrata dal bambino che si presenta così come Yugo del Centauro. Manigoldo, al sentire il nome delle due divinità del tempo, si tira indietro, affermando che loro non possono nulla contro divinità ancestrali. Yugo è conscio di ciò, ma sono i primi a giungere in quel luogo, guidati da una volontà superiore, e perciò li implora di aiutarli.
Shion gli crede e, vestito della sua Cristal Robe, tenta di avvicinarsi al sigillo, redarguito da Manigoldo che già si immagina la reazione di Hakurei alla notizia della morte del suo allievo. Ma Shion non vuole desistere ed entra nel campo della gold cloth.
All’improvviso, Shion comincia a invecchiare sempre più, rischiando di morire prima di giungere all’armatura; è Kairos, che appare davanti a loro avendo lasciato lì una porzione del suo potere a difesa del proprio sigillo.
Shion sta per morire, ma Manigoldo interviene staccandogli l’anima dal corpo, così che essa, immune al potere di Kairos, possa raggiungere il cloth e Avenir!
Il suo spirito scompare all’interno dello scrigno, con Manigoldo che si prepara ad ingannare l’attesa del suo ritorno affrontando Kairos, come allenamento contro gli dei.
Shion incontra Avenir il quale, facendogli indossare il cloth, gli mostra i suoi ricordi; il cavaliere si ritrova così in una città del futuro, devastata dagli dei, e poi vede un santuario in fiamme, coi cavalieri periti e Athena e il sacerdote in catene e Hades in avvicinamento. Un colpo della sua spada e le loro teste sono sue, fino a un cavaliere e pochi altri sopravvissuti che piangono la perdita della loro dea. Poi una Clessidra cambia tutto e Shion si ritrova nel Santuario del XVI secolo con il suo maestro e Sage ancora giovani al cospetto di Athena che interroga Avenir. Athena gli chiede chi realmente sia e perché indossa l’armatura dell’ariete appartenente al loro compagno appena caduto nella Guerra Santa che si sta combattendo. Avenir, in ginocchio davanti alla dea, afferma di sapere di essere sospetto, ma le sue intenzioni sono reali, lui è un legittimo cavaliere d’oro proveniente dal futuro, e anche se non gli credono, chiede loro di permettergli di sconfiggere Ade definitivamente e di sigillare i due dei al suo fianco, di modo che il suo futuro non possa mai avverarsi!