Rate this post

Capitolo 22

Ali d’Oro

null

In un luogo senza spazio e tempo, Sigurd urla di rabbia e di dolore per la sconfitta subita. Orlando e Alice, lo rimproverano per aver perso e, soprattutto, per aver danneggiato la propria spada. Sigurd reclama la Danza, grazie alla quale potrà ripararla, ma i due rispondono che gli serve un permesso speciale per farla. Il successivo urlo di Sigurd è troncato dall’arrivo di un’uomo con ali d’oro, che gli rammenta quali sono le regole di un gladiatore. Sigurd si scusa, chiedendo ancora, più remissivo, la possibilità di una Danza. L’uomo risponde che inoltrerà la sua richiesta e ricorda ai gladiatori di non rivelare il loro vero potere fino al momento giusto.
Intanto in un parcheggio, Hyoga s’incontra con un travestito suo informatore. L’uomo saluta Hyoga con calore per poi subito rimproverarlo per averlo chiamato per nome quando preferisce rimanere in incognito come “Mama”. Hyoga si scusa e gli chiede informazioni sul suo lavoro. Mama gestisce uno dei negozi di Hyoga, ma in passato lavorava per la polizia come informatore, e subito risponde al cavaliere dicendogli che in alcuni quartieri c’è agitazione per una nuova organizzazione chiamata “I Senza Volto” non affiliata a nessuno. Hyoga ringrazia l’amico dirigendosi in uno dei luoghi datagli, con Mama che gli raccomanda di non morire. Ma Hyoga, come cavaliere della giustizia, non ne ha alcuna intenzione.

Be Sociable, Share!