Rate this post

Capitolo 18

Libra

null
Sigurde mette in guardia i due cavalieri, perché ora che ha indossato la sua armatura, lo scontro durerà poco. Mentre Shiryu non si sposta di un millimetro, Sigurd prepara nuovamente il suo colpo, con Shura che si stupisce ancora della sua potenza, ma il gold sa anche che un colpo non funziona due volte contro un cavaliere.
Inaspettatamente, però, le decine di lame lanciate da Sigurd, cominciano a girare in modo vorticoso su se stesse, divenendo più veloci e letali e rendendo più difficile stabilire la loro traiettoria. Sotto gli occhi stupiti di Shura, le lame vanno a segno contro Shiryu che sparisce in mezzo alle macerie. Ora Sigurd è pronto ad eliminare anche l’altro avversario, ma Shura lo ferma; non è ancora il suo turno.
Intanto, Yoshino è rimasta in città, lamentandosi di come Shura sia sparito all’improvviso e ringraziando il dottor Shun di essere lì al suo posto. Shun risponde che è stato Shura stesso a chiedergli di farle da scorta in sua assenza, e che come saint non riposa mai. Yoshino lo loda come rappresentante della giustizia, ma Shun ribatte che un qualsiasi essere umano che si impegna per qualcuno è un rappresentante della giustizia tanto quanto lui, pur non avendo alcun potere.
Tornati al campo di battaglia, Sigurd è sorpreso di rivedere Shiryu ergersi nuovamente innanzi a lui, protetto da una nuova, scintillante armatura; l’armatura di Libra!
Shura è sempre più sicuro delle qualità dell’uomo che ha di fronte, il cavaliere d’oro della Bilancia!

Be Sociable, Share!