Rate this post

Capitolo 8

Excalibur

null

A Tokyo, Shun si trova in un bar a bere whisky, con il barman che gli consiglia di andarci piano, e, in effetti, Shun si ferma, dichiarando di starsi lentamente abituando all’alcool per poter brindare con suo fratello il giorno in cui lo rivedrà.
Il barman commenta che Shun non è cambiato col tempo e gli chiede il vero motivo di quella visita. Shun gli menziona il quartiere di Shinjuko, chiedendogli se pensa veramente se ciò che è successo sia solamente una fuga di gas come detto dalle autorità. Ma l’uomo risponde che se non avesse percepito lo scontro fra quei due cosmi non meriterebbe più il titolo di Saint.
Shun concorda, e continua dicendo che ha incontrato un Gold Saint del Passato; Shura del Capricorno! E si chiede cosa stia succedendo e se il Santuario ne sia al corrente.
L’uomo commenta che il passato sta cambiando, e forse anche il loro futuro. Shun allora afferma che andrà ad ovest, dove sente risuonare nuovamente due cosmi in battaglia, a controllare la situazione e gli chiede cosa farà lui, il suo vecchio compagno, Hyoga!
Intanto a Kyoto, nella terra sacra, Orlando commenta soddisfatto il bagliore dorato dell’armatura di Shura e la mette alla prova col suo Holy Sword Tower, prontamente parato dall’Excalibur di Shura.
Orlando è sempre più soddisfatto e si appresta a mostrare il suo vero potere cambiando la forma del suo braccio destro. Shura si sorprende nel percepire la forza e l’aura maligna emanata dallo spadaccino.
Orlando è ora pronto a combattere con tutte le sue forze, come Orlando, lo spadaccino pazzo!

Be Sociable, Share!