Rate this post

Lost Canvas – Capitolo 155

L’assassinio

Deuteros ed Aspros, contrapposti nel Quarto Palazzo Malefico della Lost Canvas, continuano a ricordare gli eventi di due anni prima, quando il primo perse la vita per mano del secondo. Aspros colpì il fratello col Genro Mao Ken e lo inviò ad uccidere il Grande Sacerdote Sage. Quest’ultimo, riconobbe subito Deuteros e riuscì a schivarne l’attacco. Sopraggiunse Aspros, fingendo di essere dispiaciuto per la condotta del fratello e pronto a lavare l’onta, subìta dal Sacerdote, col sangue di Deuteros. Il ragazzo, in chiara sofferenza per effetto del Genro mao Ken, restò sorpreso dalla mossa subdola del fratello. Sage invitò il Cavaliere di Gemini a gettare la maschera e alle sue spalle apparve il Cavaliere di Virgo, Asmita. Il custode della Sesta Casa disse francamente ad Aspros che il Sacerdote aveva già capito che il suo spirito stava per essere contaminato dal Male e che stava solamente cercando un modo per capire al più presto se i suoi sospetti fossero fondati oppure no. Aspros ammise tutto, affermando di aver cercato di sfruttare la forza di suo fratello, sua mera copia e nulla più di un’ombra. A quelle parole, Deuteros sembrò iniziare a ritornare in se, ma resta comunque preda del maleficio. Aspros ribadì che i guerrieri più potenti erano lui e suo fratello, in grado entrambi di far esplodere le galassie, ma Sage lo derise, dicendogli che probabilmente si stava sopravvalutando. Virgo si fece avanti, affermando di essere pronto a punire sena pietà i traditori del Santuario, anche a costo di dar vita a un duello di mille giorni.

Be Sociable, Share!