Rate this post

Lost Canvas – Capitolo 152

Il traditore

Pandora chiede al dio Hades come abbia avuto informazioni tanto dettagliate sull’Armatura di Atena. Il dio rivela che l’informatore è stato un uomo del Santuario che ora è al suo servizio. Hades racconta che quell’uomo era smisuratamente ambizioso e mirava a spodestare il Grande Sacerdote Sage, verso cui provava grande rancore. La sua brama di potere fu punita dal Grande Tempio con la pena di morte, circa due anni prima degli attuali eventi. Dopo la morte, il traditore si presentò al suo divino cospetto con inaspettata sfrontatezza, chiedendogli di essere riportato in vita in cambio di informazioni sull’Armatura di Atena. Ogni azione di quest’uomo è rivolta ad ottenere la caduta del Santuario, per questo motivo Hades ha deciso di resuscitarlo ed affidargli il Quarto Tempio delle Stelle Malefiche, il Palazzo di Marte. L’uomo appare nel suddetto Tempio con i paramenti del Grande Sacerdote di Atene. Intanto, Deuteros e Doko si dirigono alla volta della Lost Canvas tramite la tecnica di Gemini, l’Another Dimension. La dimensione fittizia creata dal Demone inizia ad incrinarsi. Deuteros dice a Libra che originariamente era solo il Sacerdote a conoscere i segreti del sangue di Atena e della sua gloriosa Armatura e quindi ora è costretto a concellergli in parte la memoria. Poichè ha compreso cosa stia sgretolando la sua Another dimension, si appresta a espellere Doko, raccomandandogli di proteggere l’Armatura di Atena a costo della vita. Rimasto solo, Deuteros accoglie il guardiano del Quarto Palazzo Malefico. Gemini lo colpisce, facendogli volare via l’elmo e rivelandone il volto. Il traditore del Santuario è  Aspros, fratello maggiore di Deuteros ed antico Cavaliere di Gemini, caduto per mano dello stesso Demone.

Be Sociable, Share!