Rate this post

Lost Canvas – Capitolo 125

La cristallizzazione delle volontà

Sisiphus fronteggia Aiacos. Il Giudice emana morte e vigorìa, ma il Cavaliere d’Oro è deciso a trattenerlo almeno fin quando i Cavalieri di Bronzo non avranno adempiuto la loro missione. Junkers è alle prese con l’Oricalco, ma scopre amaramente che la potenza divina della nave e quella dell’eredità di Poseidon si respingono e da solo non riuscirà mai a collocare i frammenti del prezioso metallo nel vano centrale del divino mezzo. In suo soccorso giungono Bleriot e gli spiriti di Curtiss e Douglas. Yato e Tenma vedono che le radici e i rovi che invadevano la nave spariscono, ma avvertono anche lo spegnersi dei cosmi di Junkers e degli altri. Unicorno teme che il loro sacrificio sia stato vano, ma Pegasus lo invita a non perdere le speranze. Davanti a Yato appaiono Junkers, Bleriot, Curtiss e Douglas ed il ragazzo per un momento crede che siano tutti sani e salvi. Pochi istanti bastano per fargli comprende che si tratta solo delle anime degli amici che affidano a lui e Tenma la nave. Improvvisamente il mezzo inizia a scuotersi e prende a decollare. Sisiphus è soddisfatto per la missione conclusa con successo mentre Garuda, complimentandosi beffardo per l’impresa dei Cavalieri, sfodera i cannoni del suo battello:una battaglia tra navi sembra inevitabile.

Immagini e dialoghi su www.sorkino.it

Be Sociable, Share!